Anniversario !

Mi sono accorto che sono 10 anni che ho questo blog !

Il tempo passa veloce, era parecchio che non scrivevo nulla ed parecchio tempo che non davo un’ occhiata ai post e notizie che girano su questa piattaforma…….

Ma…. Ba…..Bo…..le parole non riescono ad esprimere ciò che provo.

 

 

 

Il valore delle parole !

Maschio, Femmina   o     genere A,  genere B,  genere C,   genere Z

Papa, Mamma   o  genitore 1, genitore 2, genitore 3,  genitore 4………

Nonno, Nonna,  Zio, Zia, quale nome asettico prenderanno per non creare imbarazzo a chi non si ritiene rappresentato da queste categorie ?

Quando le parole con un significato vengono soppiantate da parole senza significato qualcosa di terribile è avvenuto.

Peccato e peccatore ! !

Tutti noi apettiamo un governo che si faccia carico dei problemi di questa povera Italia.

Dovrebbero unirsi e agire.

Piccolo problema: come posso fidarmi di chi ho sempre dipinto come il male assoluto ?

Come posso unirmi a chi ho identificato come il male.

La grandezza del Vangelo è anche questa: condannare il peccato e mai il peccatore ! Questo lascia aperte tutte le porte !

La legione straniera !

I rifiuti della società usati come ultimo baluardo a difesa della nazione. Redenti perche’ non condannati, redenti perchè hanno offerto se stessi.

Certo ai nostri rappresentanti manca la voglia di offrire se stessi.




Robe da pazzi.

Si sta avvicinando la Pasqua e sempre in questa occasione c’è una frase nelle numerose letture che mi lascia un nodo alla gola quando la sento.

Una frase che sembra dare voce ad una contraddizione, che sembra proclare un’assurdo.

” Felice colpa che meritasti un così grande salvatore ! “

Il mio peccato che si trasforma in felicità quando si lascia salvare dal Cristo crocifisso !!!

Io uomo sbagliato che strappa l’amore  a Dio proprio perchè sbagliato.

” Non sono venuto per i sani, ma per gli ammalati “

Il nostro male, il nostro peccato, la nostra sofferenza ha SPREMUTO da DIO l’amore che salva.

Così alla stessa maniera la sofferenza degli altri è l’ultima possibilità che ci viene data per spremere dal nostro cuore qualche goccia d’amore.

Solo dal nostro cuore potrà arrivare la fine della sofferenza dell’umanità o almeno del nostro vicino, non sicuramente dai governi o da leggi di uomini.

Felice quell’uomo che ti ha incontrato sul suo cammino la cui vita sbagliata o malata ha trovato in te compassione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ho paura !

Mai come oggi ho paura.

Paura per me e per i miei figli.

Paura per la libertà che tanto amo.

Paura per quella libertà senza più difensori.

Paura per una libertà senza più paletti.

Paura di perdere quella libertà in mano ai giudizi dei più.

Paura perchè Dio perdona, ma l’uomo non ne è più capace.

Paura della massa che, come la storia insegna, si lascia trascinare dai proclami di giustizia e non dalla giustizia libera dai proclami.

Intendiamoci niente di nuovo sotto questo cielo, solo l’uomo che cade sempre nella stessa trappola: condannare l’uomo e non l’errore.

Proprio il vangelo di oggi dovrebbe fare riflettere i credenti e i non credenti per lo stesso motivo:

UOMINI CHE CREDONO DI ESSERE MIGLIORI DEGLI ALTRI UOMINI ! ! !

«Maestro, questa donna è stata sorpresa in flagrante adulterio. Ora Mosè, nella Legge, ci ha comandato di lapidare donne come questa. Tu che ne dici?». Dicevano questo per metterlo alla prova e per avere motivo di accusarlo.
Ma Gesù si chinò e si mise a scrivere col dito per terra. Tuttavia, poiché insistevano nell’interrogarlo, si alzò e disse loro: «Chi di voi è senza peccato, getti per primo la pietra contro di lei». E, chinatosi di nuovo, scriveva per terra. Quelli, udito ciò, se ne andarono uno per uno, cominciando dai più anziani.
Lo lasciarono solo, e la donna era là in mezzo. Allora Gesù si alzò e le disse: «Donna, dove sono? Nessuno ti ha condannata?». Ed ella rispose: «Nessuno, Signore». E Gesù disse: «Neanch’io ti condanno; va’ e d’ora in poi non peccare più». 

IL mio vecchio parroco commentando questa lettura disse:

“Sapete perchè cominciarono ad andarsene prima i più vecchi ? Perchè avevano il sacco dei peccati più pieno dei giovani, ma date tempo ai giovani, anche loro riempiranno il loro sacco se ne avranno il tempo ! “

 

 

 

 

 

 

 

La nuova santa inquisizione !!!!!

Penso che la Santa Inquisizione, che dagli atei è da sempre additata come motivo di scandalo e vergogna per la chiesa abbia molto da imparare dalla moderna ATEA INQUISIZIONE dove i nuovi inquisitori hanno preso il posto dei vecchi.

Ora si pretende una purezza che rasenta la pazzia.

I nuovi politici devono essere immacolati, puri, capaci di mostrare la via di una vita di comunità in linea con la loro fede (assolutamente non religiosa, fede nel web dicono).

Almeno nel medio evo se la prendevano con chi affermava cose pazze come che la terra fosse rotonda      ( non per giustificare nessuno, ma allora per andare da Milano a Roma si impiegavano dai 20 giorni ai 2 mesi a secondo dei mezzi, l’uomo non volava e non esistevano i satelliti).

La cosa che mi ha profondamente turbato è che Grillo non può partecipare alle elezioni in quanto ha subito una condanna per omicidio colposo, probabilmente ha investito qualcuno senza dolo, senza premeditazione, un incidente, ma per questo …… FUORI !!!!!

Scusate, ma i cittadini una volta che hanno pagato difronte alla legge non ritornano come tutti gli altri ?

Vogliamo forse  marchiare a vita chi ha sbagliato ? I buoni sono buoni  ( fino a quando sbagliano), ma i cattivi lo sono per sempre?

Questa mentalità che sta avanzando non è solo dei Grillini, ma di tutti coloro che continuamente puntano il dito senza aspettare più nemmeno le sentenze, condannando senza se e senza ma.

Stiamo andando oltre, come ho sentito dire in un dibattito con due uomini politici, che fortunatamente non sono stati eletti, … il sospetto è sufficiente, sta al sospettato dimostrare l’innocenza !!!!!!!!

Vi rendete conto ? il prossimo passo sono le tenaglie incandescenti e i carboni infuocati.

E non crediate di essere al sicuro col dire “chi non ha fatto niente non ha nullla da temere” perchè qui non si tratta di quello che si è fatto, ma quello che gli altri pensano abbiate fatto.

Che grande fortuna essere cristiano cattolico.

Cristo che dice:” non sono venuto a giudicare, ma ha salvare” e ancora ” i tuoi peccati ti sono perdonati” e potere andare da un prete e sentirsi dire “ti assolvo dai tuoi peccati”

Certo questi nuovi uomini non possono perdonare altrimenti loro i “PURI” come potrebbero emergere su tutti gli altri ?

Io comunque continuo a considerami un peccatore che non può fare altro che attaccarsi a quel Cristo che ha crocefisso per ottenere perdono, dono ormai difficile da trovare tra gli uomini.

Adesso qualcuno vorrebbe suggerire il papa giusto per la chiesa quello esente da errori per il futuro e da sbagli nel passato, io ho la sicurezza che sarà un uomo come tutti gli altri, come me , e come me peccatore.

Come me metterà tutta la sua pochezza, i suoi limiti, i suoi errori nelle braccia di Cristo.

Braccia che tutto hanno già sopportato, anche il male di chi non vorrà mai essere aiutato

 

 

A.A.A. POLITICO PURO CERCASI !!!!!!

Mi convinco sempre di più che quella che viene chiamata realtà dai nostri politici è pura fantasia mentre la chiesa che è da loro spacciata come venditrice di fumo è di una concretezza sconcertane, è  nella vita dell’uomo perchè fatta di uomini veri.

Mi riferisco all’affannosa ricerca del politico puro e del politico che porterà la purezza in Italia.

Parole e fini da Savonarola.

Parole che mi fanno rabbrividire.

Sapete, nella bibbia c’è un passo che recita pressappoco così: “IL GIUSTO SBAGLIA SETTE VOLTE AL GIORNO”

Il giusto ………….. figuriamoci quello che non è giusto ( io mi vedo bene nella seconda categoria).

La chiesa o meglio CRISTO sà che l’uomo nelle migliori delle ipotesi è bugiardo, traditore, ladro ecc.  ecc.

Allora che fare? Salvare l’uomo e condannare lo sbaglio.

Noi ora vogliamo l’uomo puro, noi crediamo alle favole !!

Io voglio la verità, ma a volte mi scopro bugiardo……. io voglio la giustizia, ma quante volte sono ingiusto.

Forse per questo la verità che desidero o la giustizia che voglio è meno giustizia ???

NO !!! La VERITA’ sarà sempre verità e la GIUSTIZIA sarà sempre giustizia.

Tutto è capire che io non sono ne giustizia ne verità e che non posso piegare ne la giustizia ne la verità alla mia volontà.

Se io tradissi mia moglie ( sono ancora a tempo ) probabilmente poi non sarei più capace di gurdarla negli occhi perchè so che l’avrei tradita, ingannata, so che avrei tradito e ingannato me stesso e non riuscirei a guardarmi allo specchio.

Non è avere il politico puro, ma avere il politico che se sbaglia si vergogni di ciò che ha fatto.

Pietro il primo capo della chiesa dopo aver rinnegato Cristo provò angoscia per ciò che aveva fatto, ma proprio perchè uomo GIUSTO venne confermato come successore di Cristo.

Non è legalizzando il divorzio o l’aborto o l’unione tra esseri dello stesso sesso che si diventa giust,i si rimanda solo di un pò di tempo quell’angoscia che se arriverà sarà la più grande grazia che si possa desiderare.

Io la lezione più grande su quello che sto dicendo l’ho avuta da una donna, una donna che non mi ha mai parlato, una donna che come tutte le donne sanno dare lezioni che cambiano un’uomo anche col silenzio. Questa donna è mia figlia che è rimasta nel ventre di sua madre e mia moglie per solo otto settimane. Una donna, una figlia che mi ha umiliato, mi ha fatto scendere dal trono della mia superbia, una donna che mi ha fatto toccare con mano che un uomo o una donna non devono mai essere giudicati, che una cosa è condannare l’errore e altro è condannare l’uomo, una donna che mi ha fatto vedere che io sono quel peccatore (quello su cui puntavo il dito), una donna che mi ha fatto provare quell’angoscia che poi ti libera.   Grazie Anna.

Per cui è giusto condannare lo sbaglio, è giusto non trasformare  sbaglio in diritto, ma è ancor più giusto salvare l’uomo.

Pietro ha tradito è dipinto con l’aureola di santo, La disperazione del GIUSTO che sa di aver sbagliato.

 

 

 

Sono sereno

Gli italiani si professano per la maggior parte atei …….. è la libertà dei figli di Dio, nessuno è obbligato a credere.

Con le dimissioni di Benedetto XVI tutti fanno commenti e coloro che si professano atei autentici si mostrano prodighi di insegnamenti e consigli per il prossimo papa.

Io non sono interista me ne frego di quello che fà Moratti e nemmeno mi sogno di dargli consigli, visto che sà sbagliare benissimo da solo.

Ora visto che mi considero credente, praticante e peccatore (uomo sono e uomo rimango) la successione di Benedetto XVI mi lascia nella più grande serenità perchè credo che se anche venisse eletto a papa il peggiore degli uomini, uno che fosse intenzionato a cedere alle cosiddette modernità arrivando persino a minare l’ortodossia della Chiesa Dio non la abbandonerà mai.


Chi meglio di Cristo sa cosa ci si può aspettare dall’uomo ? Quell’uomo che Lui è venuto a salvare.

Quell’uomo che è ogni uomo………. nessuno escluso  e me compreso !!!!!!!

Uomo a cui ha comunque affidato la SUA chiesa.

 

Voto: istruzioni per L’uso ! ?

Per la prima volta non so cosa o meglio chi votare !

Quale orda di lanzichenecchi manderemo su Roma.

Il punto è tutto qui; come mai dopo 2 ore dalle elezioni cominciano i voltagabbana, i ripensamenti i se e i ma ??????

Una coalizione che vince dovrebbe poter governare anche con un solo voto di differenza se vi fossero idee e uomini seri. Non mi importa chi, ma che governi.

E’ strano nella famiglia come la politica vige un solo programma: intanto proviamo appena ci stanchiamo al primo problema ognuno per sè e il denaro (Dio) equamente diviso tra tutti.

Perchè è così ………… c’è più accordo quando si spartiscono il cadavere (noi) di quando dovrebbero andare di comune accordo per curare il malato (nuovamente noi).

Speriamo di farcela come sempre nonostante LORO ! ! ! ! !